Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci

RAFFORZAMENTO DEI SISTEMI DI ASSISTENZA E SUPPORTO PER GLI ORFANI E GLI ALTRI BAMBINI VULNERABILI E LE LORO FAMIGLIE GAZA, MOZAMBI

Mozambico

Dati dell'iniziativa: 2011/2015

Costo totale dell'iniziativa

€ 1.161.878,0
Suddivisi in
  • Prestiti -
  • Donazioni € 1.161.878,0

Status

75 Completato
75%

Mozambico


Luogo

-

Galleria foto

Si stima che in Mozambico gli OVC (orfani e minori vulnerabili, soprattutto vittime indirette della pandemia HIV/Aids) siano più di 2 milioni e nella provincia di Gaza oltre 200.000. Le comunità raggiunte nell’azione progettuale (93) sono le più lontane dai servizi sociali, sanitari, educativi, di rafforzamento economico delle famiglie, ecc., nonché spesso localizzate nelle aree più aride dove perfino l’agricoltura di sopravvivenza familiare è praticabile con difficoltà. Il progetto ha articolato una risposta ai bisogni degli OVC, basata nelle 4 componenti seguenti: protezione, sicurezza alimentare e nutrizionale, assistenza domiciliare ai malati cronici (per coinvolgere le famiglie più vulnerabili in ciascuna comunità) e appoggio psico-sociale. La risposta è basata sulla formazione e l'espansione dei comitati comunitari (già creati da un altro progetto di salute materno-infantile gestito da Save the Children ). La durata complessiva è prevista in tre anni e 3 mesi. Al momento si stanno preparando queste strutture comunitarie e i partner governativi all’imminente phasing out. leggi tutto chiudi

Obiettivo principale

-

Dati dell'iniziativa

Numero dell'iniziativa 009648
Scopo Social/welfare services
Settore Altre infrastrutture e servizi sociali

Soggetti

Finanziatore MAE - Direzione Generale per la Cooperazione allo Sviluppo
Autorità locale -
Responsabile in loco -
Altri finanziatori -

Governo del Mozambico, Plano Estratégico de Desenvolvimento do Distrito (PEDD) de Guijá (Download)

Si tratta di piani strategici di sviluppo pluriennali integrati elaborati dalle autorità dei distretti del Mozambico. Tali piani sono realizzati secondo uno schema comune in tutti gli oltre 140 distretti del paese (il distretto è una unità amministrativa comparabile alla provincia, in Italia); la pianificazione distrettuale si inserisce nel ciclo di pianificazione nazionale, territoriale e per settore. Sono disponibili anche i PEDD de Chigubo; Mabalane; Chicualacuala. I 4 documenti sono stati pubblicati tra ottobre e dicembre 2008.

Date

Governo del Mozambico/MISAU, Termos de Referência para Estabelecimento de Comités Comunitários de Saúde; (Download)

Si tratta dei termini di riferimento per l'instaurazione dei Comitati Comunitari della Salute, stabiliti dal ministero della salute (maggio 2012)

Date

Governo del Mozambico/MISAU, Estratégia de Aceleração da Prevenção da Infecção pelo HIV (Download)

Il documento pianifica le strategie di prevenzione del virus HIV attravereso un'espansione delle condizioni di accesso ai servizi di salute

Date

Nella prima annualità i distretti bersaglio hanno sofferto da gennaio 2013 disastrose alluvioni che hanno dislocato una parte della popolazione e distrutto tutte le colture lungo il Limpopo, ed hanno interrotto le comunicazioni con moltissime comunità per la distruzione di strade e ponti.

A pochi mesi dalla fine dell’annualità era prevista uma energica attuazione delle attività programmate, che non si è potuta finalizzare.

Azioni svolte

Per portare a compimento le attività previste per il primo anno e interrotte a inizio 2013 (preparazione dei comitati comunitari di due distretti su quattro) è stato necessario richiedere una estensione non onerosa di tre mesi, possibile grazie ad alcuni risparmi legati all’efficiente uso delle risorse messe in comune da più progetti basati sulle stesse aree e alla utilizzazione di una struttura amministrativa comune.

In fase di progettazione si era sperato di replicare iniziative di generazione di reddito e sicurezza alimentare giá sperimentate negli anni precedenti nel Sud della provinciaTuttavia. le condizioni di bassa densità abitativa, le distanze e la mancanza di acqua in molte zone ha reso più difficile del previsto concepire ed implementare iniziative sostenibili e solo i comitati comunitari che si sono impegnati strenuamente per lanciarle hanno ottenuto i risultati sperati.

Il rafforzamento della sicurezza alimentare rischia di essere ridotto rispetto alle attese

Azioni svolte

Si è contrattato a tempo pieno da metà del primo anno un esperto di sicurezza alimentare per assistenza e attività continua, nonché un tecnico agrario di supporto nelle fasi cruciali delle campagne agricole di semina. Inoltre si sono coordinati gli interventi di formazione dei volontari e delle madri in nutrizione (soprattutto infantile) in modo che fossero di rinforzo alle iniziative agricole e di zootecnia.

Le grandi distanze da percorrere per l’azione in tutte le comunità da parte dei team distrettuali e degli ufficiali specializzati nelle varie componenti del progetto fanno sì che spesso veicoli e motociclette di Save the Children assegnate al Nord della provincia siano sotto pressione e i veicoli siano spesso in manutenzione, con elevato consumo dei mezzi e pause forzate di alcuni fieldworkers.

I diversi progetti in fase di attuazione rischiano di avere un impatto inferiore a quello potenziale e desiderato.

Azioni svolte

Una fortissima azione di coordinamento flessibile tra i progetti consente di ovviare spesso al problema con scambi e sostituzioni tra veicoli, pur nel rigoroso rispetto della regola di attribuzione dei costi ai relativi progetti, proporzionalmente rispetto all’utilizzazione di ciascun mezzo.

DGCS

Status -
Tipo Technical Assistance/Consultancy and related expenses
Procedura Call for Proposal
Procurement notice -