Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci

Reti comunitarie per la salute mentale, la prevenzione e la riabilitazione neuropsichiatrica.

Madagascar

Dati dell'iniziativa: 2013/2017

Costo totale dell'iniziativa

€ 1.032.455,0
Suddivisi in
  • Prestiti -
  • Donazioni € 1.032.455,0

Dati finanziari aggiornati al 12.11.2015

Status

50 Completato
50%

Madagascar


Luogo

Sei località del Madagascar

Migliorare la qualità della vita e del grado d'inclusione sociale, educativa e d'integrazione lavorativa delle persone sofferenti di disturbi mentali. Ambositra, Manandriana, Fandri sono le città interessate, mentre le regioni sono Vatovavy e Amoron'i Mania. L’obiettivo è migliorare la qualità della vita e grado d'inclusione sociale, educativa e d’integrazione lavorativa delle persone sofferenti di disturbi mentali e neurologici e delle loro famiglie. Nello specifico, si vuole costituire una rete di prevenzione, cura e riabilitazione psichiatrica di volontari malgasci che nelle proprie comunità si attivano per identificare ed assistere le persone malate. Tutto questo viene fatto collaborando e sostenendo il sistema sanitario locale, che ha pochi mezzi e competenze per fare fronte ad un bisogno, di fatto, ignorato. leggi tutto chiudi

Obiettivo principale

Rafforzamento delle competenze in sanità mentale e in neuropsichiatria infantile del servizio sanitario pubblico periferico, in prospettiva della realizzazione di un sistema di sanità mentale comunitaria, adottando strumenti di diagnosi precoce e procedure operative semplificate.

Dati dell'iniziativa

Numero dell'iniziativa 010154
Scopo Medical services
Settore I.2.a. Health, General, Total

Soggetti

Finanziatore MAE - Direzione Generale per la Cooperazione allo Sviluppo
Autorità locale -
Responsabile in loco -
Altri finanziatori Contributo ONG Reggio Terzo Mondo: 405326.00

Beneficiari

Si stimano almeno 7000 persone con problematiche mentali, di cui 1500 in età scolastica. Il progetto conta di seguirne a vario titolo almeno la metà, circa 3500 malati. Particolare attenzione sarà data ad un nucleo di 600 bambini e adolescenti, mentre per altri 500 adolescenti e giovani adulti si costruiranno percorsi di inclusione sociale. Oltre ai malati, si considerano beneficiari diretti delle formazioni circa 1800 Agenti Comunitari, e circa 400 tra professionisti sanitari, insegnanti, educatori, operatori sociali. Come beneficiari indiretti possiamo stimare almeno 15000 familiari dei malati.

-
-
-