Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK Approfondisci

Migliorare l'accesso all'acqua pulita, servizi igienici e servizi di salute primaria di qualita nella Contea di Isiolo, Merti, Isiolo.

Kenya

Dati dell'iniziativa: 2013/2017

Costo totale dell'iniziativa

€ 1.291.219,2
Suddivisi in
  • Prestiti -
  • Donazioni € 1.291.219,2

Dati finanziari aggiornati al 11.11.2015

Status

50 Completato
50%

Kenya


Luogo

Contea di Isiolo, Sub-Contee di Merti, Isiolo e Garbatulla

Galleria foto

L'iniziativa delle ONG italiane LVIA e CCM ha lo scopo di affiancare le autorità locali nella realizzazione di un intervento teso da un lato ad aumentare l’accesso a fonti d’acqua pulita ed a sensibilizzare la popolazione a comportamenti igienico-sanitari corretti, dall’altro a potenziare i servizi sanitari di base sul territorio, perché le più comuni malattie possano essere riconosciute e trattate in tempo. L’azione si concentra nella Contea di Isiolo, Sub-Contee di Isiolo, Garbatulla e Merti, dove si trovano le scuole, i centri di salute e i dispensari coinvolti dal progetto. Grazie all’intervento i centri di salute/dispensari verranno riforniti con medicinali e piccoli equipaggiamenti, e il personale sanitario verra’ formato e supervisionato. L’intervento idrico si concenra invece sulla riabilitazione di fonti idriche, la costruzione di sistemi di raccolta d’acqua piovana e latrine nelle scuole/dispensari. La sensibilizzazione comunitaria su igiene e salute avviene tanto nei centri sanitari, quanto nelle scuole, nei mercati e negli altri luoghi di aggregazione, coinvolgendo studenti, puerpere e lattanti. La proposta si basa sulle strategie nazionali e sui documenti elaborati dal Governo del Kenya, in particolar modo sul Kenya Water Act (2002), la Vision 2030, il NWSS (2012-15), il CIDP (2013-17), il WRMA SP (2012-17), la Kenya Health Policies (2012-2030) e la KEP (Kenya Essential Package for Health). Il progetto e’ in linea con le line guida della Cooperazione Italiana (2013-2015), e si concentra sui seguenti temi trasversali: protezione dell’ambiente, promozione della salute materna/infantile, valorizzazione del ruolo della donna, protezione dei gruppi vulnerabili (minori di 5 anni, donne gravide e che allattano). leggi tutto chiudi

Obiettivo principale

Migliorare le condizioni di vita delle comunita’ pastorali della Contea di Isiolo, aumentando l’accesso all’acqua pulita e ai servizi di salute primaria nelle 3 Sub-Contee di Garbatulla, Merti e Isiolo

Dati dell'iniziativa

Numero dell'iniziativa 010191
Scopo Basic health infrastructure
Settore I.2.b. Basic Health, Total

Soggetti

Finanziatore MAE - Direzione Generale per la Cooperazione allo Sviluppo
Autorità locale WRMA (Water Resources Management Authority) and ICHD (Isiolo County Health Department)
Responsabile in loco -
Altri finanziatori Comunità Internazionali Volontari Laici, Contributo ONG: 507180.0

Beneficiari

Beneficiari diretti: 55309 persone (40% della popolazione totale), cosi’ suddivise: - 7250 studenti (30% bambine), - 10000 persone (2000 nuclei familiari) - 30750 bambini <5 - 7309 donne Beneficiari indiretti: 114560 persone (80% della popolazione totale).

Il 30,0% dei beneficiari sono donne.

Mancanza di coordinamento tra stakeholders a livello locale

Spreco di risorse umane, finanziarie e di tempo poiche’, una volta identificata una localita’/struttura sulla quale intervenire, si apprendeva che qualcun’altro (ONG o Governo locale) stava gia’ lavorando allo stesso progetto

Azioni svolte

Migliorato il coordinamento tra gli attori locali che lavorano nell’area grazie a frequenti incontri con il Governo, le Ong, i Ministreri, e contatti costanti con le comunita’

Rischio di dipendenza dagli aiuti da parte dei beneficiari di progetto

Una volta organizzata un’attivita’, molti problemi vengono sollevati a livello locale (richieste di essere pagati per la partecipazione alle attivita’)

Azioni svolte

Organizzazione di molti incontri chiarificatori per spiegare il significato di cooperazione (lavorare con, aiutarsi a vicenda) e di partecipazione comunitaria sia per garantire la sostenibilita’ futura dell’intervento che per l’impossibilita’ del budget di provvedere a queste spese

Problemi logistici (procedure di acquisto problematiche, stagione delle piogge che ha impedito i movimenti, ecc.)

Difficolta’ nel rispettare il cronogramma di progetto

Azioni svolte

incontri charificatori con i fornitori, revisioni costanti sia del cronogramma che del piano di lavoro

Evento imprevisto: il processo di devoluzione amministrativa che ha coinvolto il Paese ha portato confusione e incertezza

Nella fase iniziale il progetto ha subito dei ritardi nel capire chi si occupava di cosa e chi erano le figure di riferimento a livello di Contea

Azioni svolte

Problema parzialmente risolto dal Governo del Kenya

preoccupanti oscillazioni del tasso di cambio tra euro e scellino Kenyota

impatto negativo sui costi del progetto e revisione delle previsioni di spesa gia’ stabilite

Azioni svolte

revisione del budget, riduzione dei costi

-